Menu Chiudi

FESTA DI PRIMAVERA

Orizzonti performativi dalla via Emilia
dal 17 al 20 giugno, dalle 10:00 alle 22:30 alla Casa delle Culture e dei Teatri
via Marco Emilio Lepido 255/b 40132 Bologna (BO)

Presentazione

La Festa di Primavera è un evento artistico e culturale della durata di quattro giorni, concepito e organizzato dalla compagnia teatrale Collettivo Hospites. Gli obiettivi principali sono: stimolare la partecipazione della cittadinanza attraverso Incontri e dispositivi artistici; riflettere sui temi della diversità in quanto risorsa e  ricchezza, nonché dell’importanza della trasmissione di esperienze e competenze per lo sviluppo sociale.

Le drammatiche vicende legate all’emergenza pandemica hanno portato alla contrazione e alla sospensione delle attività culturali e teatrali, all’isolamento individuale e delle realtà del terzo settore. Cultura e cittadinanza, dunque, hanno la necessità di costruire nuove reti di aggregazione, confronto e co-partecipazione. 
La primavera è, per definizione, la stagione della rinascita. A tre anni dalla sua fondazione, il Collettivo Hospites desidera piantare sul territorio bolognese i germogli delle conoscenze, amicizie e competenze coltivate nel corso della sua formazione e attività a Bologna (in centro e in periferia), in molte località italiane da nord a sud e all’estero. 

L’evento prevede quattro tipologie di attività:

  • rassegna di spettacoli teatrali e musicali, realizzati da gruppi bolognesi e non (tra di essi, il debutto di La Cena, performance originale del Collettivo Hospites). Gli spettacoli si svolgeranno in orario serale e l’entrata sarà a pagamento;
  • Incontri a ingresso libero e gratuito per tutti coloro che vorranno partecipare. Gli Incontri proporranno una varietà di pratiche ed esperienze artistiche e ricreative come teatro, danza, canto, fotografia, rap e itinerari in campagna. Saranno guidati da figure professioniste o esperte.
  • quattro conversazioni, una al giorno, che affronteranno i temi: co-abitazione creativa; intersezionalità; insegnamento non formale; transculturalità nei teatri. Le conversazioni saranno in diretta streaming con collegamento dalla Casa delle Culture e dei Teatri (Teatro Ridotto) e coinvolgeranno figure artistiche, accademiche e professioniste del settore socio-culturale e sociale;
  • Mostra di pittura e fotografia, organizzate negli spazi della Casa delle Culture e dei Teatri. Nel corso dell’evento saranno sempre e gratuitamente accessibili al pubblico.

La Festa di Primavera si aprirà il 17 giugno con Boccioli: un’accoglienza ricca di interventi artistici presso la Casa delle Culture e dei Teatri. L’evento conclusivo sarà invece i Fiori della Festa, incontro gratuito e aperto a tutti e a tutte, in cui le persone presenti avranno la possibilità di condividere con la collettività un piccolo contributo artistico a scelta (o, semplicemente, assistere e ascoltare).

Tutte le attività della Festa di Primavera saranno realizzate nella Casa delle Culture e dei Teatri. Le eventuali attività allestite negli spazi interni saranno organizzate e gestite nel rispetto delle normative di sicurezza sanitaria per il contrasto al contagio da Covid-19.

Festa di Primavera fa parte di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Vedi tutti gli Spettacoli della Festa di Primavera
Vedi tutti gli Incontri della Festa di Primavera
Vedi tutte le Conversazioni della Festa di Primavera
Vedi la Mostra della Festa di Primavera

Programma

GIOVEDI’ 17 GIUGNO
Ore 14:00-22:00
Come foglie al vento, mostra collettiva di Nicola Biagetti, Claudia Cassano, Federica Osgualdo e Aghahowa Uyiosa
a cura di Marta Trombini
Ore 14:00-15:00
Passeggiata interattiva per bambini e famiglie guidata da Juan Carlos Usellini, presidente dell’organizzazione di volontariato Vagaboschi di Arona (NO), con interventi artistici a cura di:
– Lorenzo Castiglioni, con Identità sociale (Terreno Fertile). Assorbire, rielaborare, rifiutare
– Valentina Cavion, con Really water
– Open Program of the Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
Prenota la partecipazione alla Passeggiata
Ore 15:00-16:00
Boccioli: benvenuti alla Festa di Primavera, accoglienza presso la Casa delle Culture e dei Teatri, con interventi artistici a cura di:
– Nicola Biagetti, con la performance Studio sull’immaginazione dei sensi Prenota questa attività
– Greta Bimonte, con il progetto performativo e interattivo Con-tatto
– Lorenzo Castiglioni
– Valentina Cavion, con la performance Perché così su due piedi non riesco a pensare
– Collettivo Hospites
– I/Le partecipanti del progetto Infiorescenze 
– Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
– Jorge Romero Mora, Balla la salsa, e altri ritmi Latinoamericani
Ore 16:15-17:30
C-Orale, Incontro di scrittura teatrale collettiva guidato da Pietro Floridia, regista della compagnia teatrale Cantieri Meticci
Prenota la partecipazione
Ore 16:15-18:15
Hip Hope, Incontro sulla cultura e pratiche rap e hip hop guidato dai rapper bolognesi Buster Quito e Souly G
Prenota la partecipazione
Ore 18:30-20:30
Conversazione Insegnamento non formale con:
– Damian Castro e Simona Zedda dell’Associazione Yoda
– Danilo Casertano, Nicola Martinelli e Luca Martinelli per il progetto Scuola Costituente
– Carla Pollastrelli, traduttrice e studiosa di teatro
– Tatiana Motta Lima, studiosa e insegnante di teatro
– Juan Carlos Usellini
Ore 21:15-22:15
DANCE ON THE TREE – reading tratto liberamente dalla storia di Julia Butterfly Hill, di Magnifico Teatrino Errante
Prenota questo spettacolo
VENERDI’ 18 GIUGNO
Ore 11:00-22:00
Come foglie al vento, mostra collettiva di Nicola Biagetti, Claudia Cassano, Federica Osgualdo e Aghahowa Uyiosa
a cura di Marta Trombini
Ore 11:00-12:30
BABELIUM, Incontro guidato da Eduardo Landim e il Collettivo Hospites
Prenota la partecipazione
Ore 14:00-16:00
Conversazione Transculturalità nei teatri con:
– Mario Biagini, regista dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
– Marco De Marinis, studioso di teatro, professore dell’Università di Bologna
– Pietro Floridia, direttore artistico e regista di Cantieri Meticci
– Marcello Gallucci, studioso di teatro, professore dell’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila
Ore 16:30-18:30
Hip Hope, Incontro sulla cultura e pratiche rap e hip hop guidato dai rapper bolognesi Buster Quito e Souly G
Prenota la partecipazione
Ore 17:00-18:30
Interpretazione e fotografia, guidato da Luigi Pirisi
Prenota la partecipazione
Ore 18:30-20:00
Il Cerchio di Arte Migrante, Incontro artistico, ludico e ricreativo da parte di Arte Migrante
Prenota la partecipazione
Ore 21:15-22:30
I Veryferici, spettacolo teatrale di Shebbab Met Project
Prenota questo spettacolo
SABATO 19 GIUGNO
Ore 11:00-22:00
Come foglie al vento, mostra collettiva di Nicola Biagetti, Claudia Cassano, Federica Osgualdo e Aghahowa Uyiosa
a cura di Marta Trombini
Ore 10:30-12:30
Incontro di Canto Polifonico Siciliano guidato da Matilde Politi, cantante, polistrumentista e studiosa di canti tradizionali siciliani
Prenota Canto Polivocale Siciliano
Ore 14:00-16:00
Alberi, Incontro di Teatro-Danza guidato da Carla Vannucchi, danzatrice e insegnante di danza, con accompagnamento musicale di Schuman Lab, gruppo pugliese
Prenota la partecipazione
Ore 14:30-16:30
Conversazione Coabitazione creativa, con:
– Pamela Gualberto, studiosa di audiodescrizione
– Teatro Ebasko, con Simone Bevilacqua e Marzia D’Angeli
– Marìa Soledad Marciani, musicista, drammaturga, studiosa di teatro, e la compagnia teatrale argentina Fronton Ensemble presentano Porqué tiene que haber algo y no más bien nada
– Renata Molinari, studiosa di teatro, dramaturg e direttrice della biblioteca La Bottega dello Sguardo di Bagnacavallo
– Tatiana Motta Lima, studiosa e insegnante di teatro
Ore 18:30-19:30
Il dottore e la musica, di Schuman Lab.  Concerto di Schuman Lab dedicato a Enzo Jannacci
Prenota questo spettacolo
Ore 21:30-22:30
La Cena, spettacolo teatrale del Collettivo Hospites
Posti in presenza esauriti, prenota la replica del 20 giugno alle 18:00
DOMENICA 20 GIUGNO
Ore 11:00-22:30
Come foglie al vento, mostra collettiva di Nicola Biagetti, Claudia Cassano, Federica Osgualdo e Aghahowa Uyiosa
a cura di Marta Trombini
Ore 11:00-13:00
Walking Harmonies, Incontro guidato da Felicita Marcelli e Eduardo Landim, attori dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
Prenota la partecipazione
Ore 14:00-16:00
Alberi, Incontro di Teatro-Danza guidato da Carla Vannucchi, danzatrice e insegnante di danza, con accompagnamento musicale di Schuman Lab, gruppo pugliese
Prenota la partecipazione
Posti disponibili esauriti, è possibile solo prenotare la lista di attesa in caso di smentite
Ore 14:00-16:00
Conversazione Intersezionalità, con:
– Blez Cabrel, membro dell’associazione Black History Month Bologna
– Jonathan Mastellari, membro di IAM Intersectionalities and more, associazione di promozione sociale  
– Mario Biagini, regista dell’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
– Marìa Soledad Marciani, musicista, drammaturga, studiosa di teatro, presenta il progetto C.I.N.T.A. (Coordinación de Intimidad en las Artes escénicas)
– Matilde Politi, cantante, polistrumentista e studiosa di canti tradizionali siciliani
– Francesca D’Agnano presenta il progetto ABITO
Ore 15:00-16:00
Passeggiata interattiva per bambini e famiglie guidata da Juan Carlos Usellini con alcuni interventi artistici a cura di:
– Collettivo Hospites
– Teatro Ebasko, con un frammento tratto dallo spettacolo Fragalà
– Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
Prenota la partecipazione alla Passeggiata
Ore 16:30-17:30
Il Gabbiano Jonathan Livingston, spettacolo teatrale a cura di Officina delle Pezze, con Giulia Stefani e Cristina Gianni
Prenota questo spettacolo
Ore 18:00-19:00
La Cena, spettacolo teatrale del Collettivo Hospites
Prenota questo spettacolo
Ore 20:00-22:30
 I Fiori della Festa, festa conclusiva: 
il Collettivo Hospites invita tutt* coloro che hanno preso parte alla Festa di Primavera a condividere parte del lavoro sviluppato nei giorni precedenti. Il Collettivo Hospites invita, inoltre, alcun* amic* e collegh* a condividere brevi frammenti del loro percorso artistico.